fbpx

Un Natale…a lungo termine

Home / News / Un Natale…a lungo termine
nalbero-1
E’ innegabile che in questi ultimi anni la nostra percezione del periodo natalizio sia decisamente cambiata. Quando eravamo piccoli la magia del Natale era limitata ad un lasso di tempo più ristretto che coincindeva con la festività prettamente religiosa. Oggi, grazie all’indotto economico prodotto durante le festivià, già dal mese di novembre iniziamo a ricevere offerte ed occasioni legate al Natale.
Tuttavia, esistono anche degli aspetti positivi legati a questo “lungo” Natale…oggi si esce di più e le città non sono più delle lande desolate ma offrono tantissime opportunità di intrattenimento, cultura e spettacolo che rendono i giorni festivi decisamente più animati e piacevoli.
In particolare, Napoli è divenuta una meta che attira turisti da tutto il mondo, al punto da essere inserita nella top 5 delle mete turistiche europee. Cosa riserva il Natale a Napoli? Quest’anno non si può non partire dal N’Albero, un’opera architettonica alta 40 metri posizionata nella suggestiva cornice della Rotonda Diaz. Un edificio temporaneo, a forma di albero natalizio, che al suo interno ospiterà ristoranti, una galleria commerciale e due fantastiche terrazze da cui sarà possibile ammirare il golfo più famoso del mondo. Il tutto impreziosito da un’illiminazione alimentata da un milione e trecentomila luci led. Le previsioni di affluenza all’interno della struttura, realizzata interemente con capitali privati, sono altissime, c’è che prevede che venga ampiamente abbattuto il muro delle 500.000 presenze.
Il capolugo partenopeo, però, vedrà protagonisti tutti i suoi quartieri: da Bagnoli al Centro Storico, fino ad arrivare a Portici ci saranno tantissime opportunità di svago legate, comunque, alla tradizione natalizia napoletana.
A Bagnoli il Centro Commerciale Naturale organizza un evento di Natale con spettacoli, luminarie e mercatini; Nel centro storico di Napoli una mostra con i presepi più piccoli al mondo, anche delle dimensioni di 3 millimetri; alla Reggia di Portici il Natale 2016 sarà animato con mercatini, visite narrate e laboratori per bambini; Prodotti d’artigianato, gastronomia, musica ed animazione saranno protagonisti a Barra; Piazza Garibaldi, invece, sarà impreziosita da un presepe a dimensioni naturali realizzato interamente in ghiaccio. Sono previste anche visite guidate al presepe settecentesco di Palazzo Reale presso la Cappella Palatina; l’arte  sarà il perno su cui si svilupperà il Natale a Borgo Sant’Eligio.
In giro per la città non mancheranno le famose tombolate scostumate ed i luoghi dove assaggiare le tante prelibatezze legate alla tradiozione gastronomica partenopea. Teatri, piazze ed anche chiese, offriranno tantissimi concerti.
Un Natale 2016 ( ed un inizio di 2017) davvero pregno di eventi e cultura, il tutto condito da una bellissima iniziativa del Comune di Napoli, il Natale Partenopeo è, infatti, dedicato alla memoria del compianto Luca De Filippo, figlio di Eduardo, è grandissimo attore di cinema e teatro, un’eccelenza napoletana che ci ha lasciato poco più di un anno fa.